Ricetta Messicana – PANE DEI MORTI

PANE DEI MORTI

  • 500 g di farina,
  • 100 g di zucchero,
  • 100 g di burro,
  • 6 uova,
  • 15 g di lievito in polvere,
  • 1 cucchiaio di acqua di fiori di arancio,
  • 1/2 cucchiaino di semi di anice,
  • sale.

Non è certo la mestizia che in Messico caratterizza le giornate dei morti, che si festeggiano con questo dolce. In quei giorni di novembre le tombe vengono decorate con calendule, luci colorate e i cimiteri divengono luogo di scambio e incontro.

In una scodella mescolate 2 cucchiai di farina con il lievito e acqua fino a ottenere un impasto soffice e omogeneo che lascerete riposare coperto sinché avrà raddoppiato il suo volume. Sul piano di lavoro disponete a fontana il resto della farina mista a un pizzico di sale e allo zucchero; in un incavo mettete le uova, lo zucchero, i semi di anice leggermente contusi, l’acqua di fiori di arancio, il burro fatto ammorbidire a temperatura ambiente e tagliato a pezzettini. Impastate il tutto e poi unite anche la pasta lievitante: lavorate energicamente sinché l’impasto prende una consistenza omogenea e soda, quindi ponetelo in una terrina, coprite e lasciate riposare in luogo tiepido per almeno 3-4 ore.

Quando la pasta avrà raddoppiato il volume, manipolatela nuovamente sul piano di lavoro infarinato, quindi dividetela in porzioni; a 1/3 di queste date la forma di un teschio, mentre con le altre modellate delle tibie. Sulla piastra del forno unta di olio incrociate due tibie e sopra sistemate un pezzo di pasta a forma di cranio, così fino a esaurimento dell’impasto; pennellate le forme con il latte perché rimangano attaccate. Coprite e lasciate riposare per 1 ora, quindi cuocete in forno molto caldo per circa 10 minuti, abbassate e proseguite a temperatura moderata per 20 minuti circa.

Togliete i dolci dal forno bagnateli con latte o tuorlo d’uovo sbattuto e spolverateli di zucchero, quindi rimettete brevemente in forno.