IL MASCARA

IL MASCARA

Il Mascara, detto anche rimmel, serve ad aggiungere un tocco di fascino in più allo sguardo perché allunga l’occhio, dà più volume alle ciglia e ne intensifica il colore. E’ opportuno averne tre colori: nero, marrone e blu.

Tra i prodotti in commercio si può scegliere fra tre tipi di confezioni:

Cremoso in tubetto: è facilmente dosabile e, applicato con uno spazzolino sempre ben pulito, permette di accentuare la base più che la punta delle ciglia.

Compatto in tavoletta: ormai usato solo per particolari trucchi fotografici, dà ottimi risultati di naturalezza ma va adoperato con perizia ed è meno duraturo. Va sciolto con acqua distillata ed applicato con uno spazzolino.

Liquido in dosatore automatico: è la confezione più moderna e pratica, perciò la più usata benché non sia possibile personalizzarne il dosaggio. Può contenere anche delle piccolissime ciglia sintetiche che infoltiscono ed allungano quelle naturali (allungatore). Esiste anche la versione idrorepellente (water-proof) che ne consente l’uso anche in acqua, ma ha bisogno di un demaquillage molto accurato, con prodotti specifici.

APPLICAZIONE

Se non si useranno ombretti in polvere, il mascara può essere applicato come prima operazione del maquillage degli occhi perché l’effetto che se ne ottiene consente di dosare meglio l’intensità del trucco nelle fasi successive. Si applica partendo dal centro delle ciglia superiori spazzolandole dalla radice verso le punte e spingendole verso l’esterno dell’occhio per allungarne la coda. Per il bordo inferiore il movimento sarà orizzontale. Le ciglia acquisteranno maggior spessore se si ripete l’operazione dopo qualche minuto, ma bisogna saperlo fare senza appesantire l’effetto. Per separare le ciglia ed eliminare l’eccesso di prodotto, basterà passarvi sopra uno spazzolino pulito. E’ sconsigliabile usare il piegaciglia dopo aver steso il mascara perché le ciglia, irrigidite da quello, potrebbero anche spezzarsi.