Porto

Porto: nasce in Portogallo con uve provenienti dalla valle del Duoro, in vigneti posti a terrazzamenti in una zona molto impervia, dove gran parte del lavoro è ancora manuale. Qui terreno e clima sono principali artefici di questo grande prodotto. Per la nascita del vino sono ammessi molti vitigni: 37 di uve bianche e 51 di uve rosse. Durante la fermentazione si aggiunge del distillato di vino per bloccarla, ottenendo così un vino molto alcolico con ancora degli zuccheri. In inverno riposa presso i produttori, per poi essere trasportato a Oporto, città da cui prende il nome il vino, posta alla foce del Douro: è qui che il vino maturerà e si affinerà.

Il porto può essere bianco o rosso. Il tipo rosso, il più diffuso, si suddivide in:
Full: è un vino giovane, fruttato, di colore intenso.
Ruby: di colore rosso rubino, ha già qualche anno di invecchiamento
Tawny: di colore rosso topazio, sono i vini più invecchiati e con aromi più complessi
Vintage: è un porto proveniente da un ́unica vendemmia, di qualità eccezionale, invecchiato in bottiglia.

Late Bottled Vintage: è come un Vintage invecchiato in botte.

Porto con data di vendemmia: deriva da un ́unica vendemmia di ottima qualità.
In base al grado di dolcezza, il porto può essere dolce, semi-dolce e secco, con estremi fino al molto dolce ed extrasecco.