Guida alla seduzione – Affascinare un gruppo! – Parte 36

Tante volte abbiamo detto di quanto sia importante l’ascolto attivo per far sentire compreso il partner e per creare un rapporto empatico.

Quando ci troviamo di fronte ad un gruppo, i ruoli si invertono: noi dobbiamo attirare l’attenzione, metterci in mostra, dimostrare la nostra sicurezza e le nostri doti di leader.

Saranno gli altri ad ascoltarci con attenzione. In caso contrario, facendo solo da ascoltatori, saremmo uno dei tanti del gruppo che è lì per ascoltare, non saremmo al centro dell’attenzione e non risalteremmo.

Invece parlando possiamo applicare tutte le tecniche di comunicazione ipnotica che conosciamo: primo fra tutti l’utilizzo di metafora e aneddoto, attraverso i quali possiamo raccontare nostre esperienze di vita in termini vaghi e generici. Così cattureremo l’attenzione di tutti, perchè ognuno riferirà le nostre parole alla propria esperienza personale.

Quindi più che parlare di quanto siamo bravi e belli, cerchiamo di dimostrarlo e di affascinare con i nostri racconti. Per intenderci, non parliamo del nostro lavoro, ma di singoli episodi del nostro lavoro che possano suscitare l’interesse di tutti.