GUIDA AL BUSINESS PLAN – CREAZIONE DEL BUSINESS PLAN

Il business plan è generalmente costituito da tre parti:

  • una parte introduttiva che descrive l’idea imprenditoriale, la genesi dell’idea e i soci promotori dell’iniziativa;
  • una parte tecnico-operativa che analizza la fattibilità dell’idea imprenditoriale sul mercato e l’organizzazione dell’attività;
  • una parte quantitativa-monetaria che sviluppa le previsioni economico-finanziarie dell’impresa.

    E’ importante che all’interno del business plan vengano approfonditi quattro aspetti:
    –  la descrizione del business

    –  il piano di marketing

    –  il piano di management

    –  il piano economico-finanziario

    Bisogna sviluppare e articolare attentamente ogni sezione, approfondendo i singoli punti chiave. Può essere corredato da documenti che risultano utili per completare il quadro informativo, quali:

    –  Curricola dei promotori

    –  Ricerche di mercato

    –  Preventivi dei fornitori

    –  Contratti di affitto dei locali

    –  Contratto di franchising

    –  Accordi di esclusiva

    –  Preventivi delle spese delle opere murarie, degli impianti e delle attrezzature

    –  Lettere d’intenti

    –  Accordi strategici, reti tra imprese, accordi di esclusiva, collaborazioni.

La prima pagina del Business Plan costituisce la copertina dell’elaborato e deve contenere elementi identificativi quali: nome dell’azienda, indirizzo, recapito telefonico, fax e data di compilazione. Per facilitare la lettura le pagine devono essere numerate.

Negli allegati alla presente guida proponiamo un modello di struttura di business plan e del relativo bilancio previsionale; probabilmente saranno necessari approfondimenti e modifiche per adattarlo alle esigenze dei diversi campi di attività in cui si andrà ad operare.