GUIDA AL BUSINESS PLAN – 11 – CONSIDERAZIONI FINALI

Ricordiamo che il Business Plan è uno strumento dinamico, non statico, deve essere adattato progressivamente ai cambiamenti di idee e di obiettivi.

Una volta completata l’analisi di tutti gli elementi e verificata la realizzabilità del progetto, l’impresa è potenzialmente in grado di iniziare la propria attività. Devono essere

quindi individuati i punti di forza e di debolezza dell’impresa e valutate le probabilità di successoodi insuccesso: alla luce dei dati raccolti si riesce a stabilire se l’idea

è fattibile o se necessita di correzioni ed aggiustamenti.
Successivamente al concreto avvio sarà necessario una costante verifica e manutenzione delle previsioni eseguite, attuando un controllo strategico, ovvero una stima dell’avanzamento verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati.